Pulsante amazon.png
EL TRINCHE
e altri racconti

Per gli anziani di Rosario è stato il più forte calciatore di tutti i tempi. Luis Menotti lo definiva un campione; José Pekerman lo considerava un genio in gabbia, Marcelo Bielsa aspettava la domenica per andare a vederlo giocare. Lui, 'El Trinche' Carlovich, era il re del tunnel e il suo sinistro - la mágica zurda - veniva cantato in tutta la provincia di Santa Fe. Quando, nel 1993, Maradona tornò a giocare in Argentina, arrivò a Rosario e disse: «Credevo di essere il miglior calciatore al mondo, ma da quanto sento il migliore ha già giocato qui: era un certo Tomas Carlovich detto El Trinche». Questo racconto è ispirato alla sua storia.

"Filho Maravilha" è invece ambientato in Brasile al tempo dei militari. Narra di un calciatore, Filho Maravilha appunto, che indusse il musicista Jorge Ben a scrivere l'omonima canzone. Ma era nero, e la sua carriera fu segnata dal razzismo.

C'è "Fiammiferi per battere Coppi" che parla di un ciclista sconosciuto, Vasco Modena, che batté il grande Fausto Coppi e pensava così di conquistare il mondo del ciclismo, invece proprio quella vittoria segnò l'inizio della sua fine.

E poi ci sono "Il Grande Brasile e la profezia di Socrates", "Una giornata storta", "Fiesta" e "Il Condominio".