Pulsante amazon.png
SPAGNA

Pubblicato per la prima volta nel 2003 da Giunti, i“Spagna” torna disponibile su Amazon con il restyling di BORDERFICTION.

Il romanzo racconta la storia del giovane Sam che a Barcellona, durante il Capodanno del Millennio, s'innamora di una misteriosa ragazza. Sullo sfondo di una Spagna arida e impassibile, il destino trascina così Sam in un inseguimento folle, senza tempo, immerso nelle leggende del luogo e negli incontri più stravaganti. Una ricerca che, dopo essere rimasto orfano e privo di ogni legame affettivo con la propria terra, assumerà i toni dell'ossessione. E lo condurrà lungo il cammino della speranza, verso Santiago de Compostela. Sulle orme di quella donna. Come ha scritto l’inserto Tuttolibri della Stampa, questo romanzo «è come l’inseguimento di un sogno» dove Maurilio Barozzi si affida ai cliché più resistenti della Spagna – passione, flamenco, corrida, fede – per raccontare una storia di transitorietà e di delusioni. Una storia che, narrata con scrittura visionaria, trabocca surreale e libera l’autore della necessità di dare una risposta definitiva alle domande che apre. Il libro è stato segnalato da 'Meridiani. Le Grandi vie - Il Cammino di Santiago' (2 nov. 2004) tra i quattro romanzi consigliati sulla Via di Santiago de Compostela.

 

LA CRITICA AL ROMANZO

«E' come l'inseguimento di un sogno che si trasforma in un ottimo pretesto per descrivere paesaggi e figure umane con grande cura dei dettagli».

(La Stampa/Tuttolibri)

 

«Un pellegrinaggio folle e ricco di imprevisti»

(Diario)

 

«Attento e intelligente visitatore […] Maurilio Barozzi unisce un’apprezzabilissima sensibilità nello scavare nella malinconia e nell’incertezza dell’animo umano».

(Trentino, Alto Adige, Corriere delle Alpi)

 

«Narrata con scrittura visionaria che mantiene sempre in bilico tra realtà e sogno, questa è una storia di amore e morte».

(L’Adige)

 

«Una sorta di western crepuscolare che riprende il tema del viaggio come iniziazione, dell'ovest come miraggio e della frontiera intesa come fine della terra: il confine assoluto e mitico che nel contempo lega e distingue l'uomo e il suo destino».

(Brescia Oggi)

 

«In una Spagna palesemente riconoscibile nelle sue più oleografiche caratteristiche - flamenco, passionalità, corrida e fede religiosa per citarne solo alcune - Barozzi ha abilmente ambientato una coinvolgente storia d'amore».

(Gazzetta di Parma)