top of page

Arti e mestieri a Bahia

Aggiornamento: 1 mar


Morro de São Paulo (Bahia - Brasile)

Jeriacoara



ARTI E MESTIERI A BAHIA/15

Il barista non è una professione, è un missione. Sei ogni giorno sotto esame, alle prese con i cocktail più svariati. A Salvador de Bahia quelli che vanno per la maggiore sono la caipirinha - cachaça, lime, zucchero di canna e ghiaccio - e tutti i surrogati fatti con frutti di ogni genere e la vodka (riconoscibili per il suffisso -roska: caipiroska, umburoska, siriguaroska...). Gettonati sono anche i classici dei tropici: mojito, daiquiri e il cuba libre. Tuttavia, nel computo delle ordinazioni, a fare la parte del leone resta la cerveja, la cara, vecchia birra.

Tra i bevitori di esperienza ci sarà qualcuno che storce il naso, non vedendo annoverati i cocktail "veri": dry martini, manhattan, old fashioned, negroni e via dicendo. Sono d'accordo. Ma non dimentichiamo che, con le temperature di Bahia, bisogna idratarsi parecchio e farlo con un dry martini potrebbe essere rischioso. Tanto più che in Brasile vige una regola sempre in voga: o cu de bêbado não tem dono, il sedere dell'ubriaco non ha padrone. A voi interpretare.


Ti affascina il Brasile? Allora ti segnalo i miei libri della collana Brasiliana. C'è il romanzo "Maracanã" , un on the road che percorre tutto il 'Paese tropicale' e narra la storia di riscatto di un giornalista ai tempi del mondiale di calcio del 2014. C'è "Caro Brasile. Cronache da un bar sulla spiaggia tropicale", una raccolta di racconti che - dopo aver gestito un baretto sulla spiaggia di Bahia dal 2004 al 2010 - ho pubblicato in una decina di anni su giornali e riviste di viaggi. E poi c'è il noir "Il samba di Priscilla" che racconta l'indagine della giornalista Priscilla Amorim su un intrigo internazionale che prende le mosse dalle strade brasiliane.


ARTI E MESTIERI/14

Nel centro storico di Salvador de Bahia non è raro imbattersi in ragazze nei tipici costumi da baiana. Alle porte dei negozi di souvenir, a gestire il ricevimento in alcuni ristoranti, o semplicemente lungo le strade del Pelourinho per farsi fotografare in cambio di una manciata di real. Non so se è un mestiere vero, di certo anche questa è un'arte.



ARTI E MESTIERI/13

Lungo la sterminata spiaggia di Salvador de Bahia, nei pomeriggi pigri, caldi, esausti, i salva-vidas osservano le onde pronti a ogni evenienza anche se la spiaggia, in quel momento, era del tutto vuota. Potenza della professionalità.



ARTI E MESTIERI/12

Nel Pelourinho, il cuore pulsante della coloniale Salvador de Bahia, non manca mai il colore. Così per la serie 'Arti e mestieri' in Brasile ho voluto includere anche questo venditore di quadri. Che di certo dava colore – e molto – all'angolo in cui esponeva le sue opere.


ARTI E MESTIERI/11

Su una spiaggia del Brasile, a Piatã, nella pulsante Salvador de Bahia, poteva mancare un venditore di collanine?


ARTI E MESTIERI/10

A vederli potresti pensare a Serpico in incognito. E magari lo sono anche. Ma nell'occasione erano i ragazzi che tenevano pulita la 'orla maritima' – il litorale – a Itapuã.


ARTI E MESTIERI/9

Chiunque sia stato su una spiaggia brasiliana sa benissimo che il profumo degli ingredienti dell'acarajé e l'odore del queso asado, il formaggio alla brace, sono i primi a farsi riconoscere. In questa piccola rassegna di arti e mestieri poteva mancare una simpatica venditrice di questo asado, prelibatezza servita su un bastoncino?


ARTI E MESTIERI/8

Sul litorale baiano si può gustare anche della frutta secca. E Sandra, questa ragazza sempre sorridente, procacciava castagne per tutti i frequentatori della spiaggia di Piatã.


ARTI E MESTIERI/7

Un drink, a Bahia, è una necessità anche nelle ore più buie della notte. Qui erano le tre del mattino, ma il tizio non voleva saperne di negare a chiunque lo desiderasse il 'bicchiere della staffa'. Fica com Deus.


ARTI E MESTIERI/6

L'acarajé è una delle specialità della cucina baiana. Ne parla spesso Jorge Amado nei suoi romanzi. Fagioli tritati, cipolla, olio di dendê (palma) e sale sono gli ingredienti di questo stuzzichino che a Bahia è imprescindibile.


ARTI E MESTIERI/5

Sempre per la serie che i ragazzini dovrebbero poter giocare liberi, in tutto il mondo. Anche questo 'scugnizzo' mi aveva assicurato che gli piaceva vendere frutta in spiaggia (con l'umbu - quello verde - e la siriguela, tra l'altro, si fanno prelibati cocktail con la vodka). Di certo si sarebbe divertito di più ad inseguire un pallone con i suoi coetanei.


ARTI E MESTIERI/4

Forse è un po' giovane per essere già al lavoro. Eppure questa ragazzina diceva di divertirsi a vendere umbu e siriguela per aiutare i genitori. Lei era commovente, ma sono convinto che si sarebbe divertita di più se avesse potuto giocare con i suoi coetanei, come dovrebbe essere in tutto il mondo.


ARTI E MESTIERI DA SPIAGGIA/3

Basta una pinzetta e un rotolo di fil di acciaio et voilà, ecco creati gioiellini da spiaggia tipo quelli che l'artista porta al dito, o al collo.


ARTI E MESTIERI DA SPIAGGIA/2

Oggi parliamo di un professionista particolare della vendita in spiaggia. Un bartender a domicilio con tanto di bicicletta, stereo e ingredienti da cocktail al seguito. Si definisce 'putólogo da róska' (una cosa tipo: puttaniere della vodka). E se lo dice lui, perché dubitarne?


ARTI E MESTIERI DA SPIAGGIA/1

La spiaggia di Salvador - ma tutte le spiagge in generale - offre possibilità ai più intraprendenti. Qui la proposta era canna da zucchero. A essere sincero, io la preferisco distillata ma va bene anche così.



Ti affascina il Brasile? Allora ti segnalo i miei libri della collana Brasiliana. C'è il romanzo "Maracanã" , un on the road che percorre tutto il 'Paese tropicale' e narra la storia di riscatto di un giornalista ai tempi del mondiale di calcio del 2014. C'è "Caro Brasile. Cronache da un bar sulla spiaggia tropicale", una raccolta di racconti che - dopo aver gestito un baretto sulla spiaggia di Bahia dal 2004 al 2010 - ho pubblicato in una decina di anni su giornali e riviste di viaggi. E poi c'è il noir "Il samba di Priscilla" che racconta l'indagine della giornalista Priscilla Amorim su un intrigo internazionale che prende le mosse dalle strade brasiliane.




Comments


bottom of page