«Attento e intelligente visitatore,

testimone di tante e diverse realtà [...]

Maurilio Barozzi unisce

un’apprezzabilissima sensibilità

nello scavare nella malinconia

e nell’incertezza dell’animo umano»

Trentino, Alto Adige,

Corriere delle Alpi

31/8/2003

TERZA RISTAMPA

muro dolomitico

TRENTO capitale mondiale del volley

Ritratti di protagonisti, storie di uomini

Giacomo Sintini nel giro di meno di due anni guarisce dal cancro e vince lo scudetto. Osmany Juantorena pensava di smettere col volley a causa di una condanna per doping con la Nazionale cubana. Invece viene in Italia, sconta la pena, e si trasforma in un fuoriclasse. Simone Giannelli vede la sua carriera e la vita esplodergli in mano nel giro di pochi giorni: da imberbe panchinaro al più forte regista d'Italia. Ma c'è anche Donald Suxho che a vent'anni, appena emigrato a Boston, faceva il lavapiatti in una mensa d'ospedale e poi diventa il palleggiatore degli Usa alle Olimpiadi. E ci sono la trance agonistica di Matey Kaziyski, la caparbietà di Emanuele Birarelli, lo stakanovismo di Radostin Stoytchev, la mitezza di Angelo Lorenzetti, l'ambizione di Jenia Grebennikov, il dolore di Mitar Djuric, l'intuizione di Diego Mosna…

Trentasette storie di campioni che si incrociano tra il 2008 e il 2018 costituendo la squadra più forte del mondo.

Trentasette ritratti d'autore che, riuniti assieme, raccontano l'epopea della Trentino Volley e danno vita al primo romanzo della pallavolo.

Pp. 160. Euro 16.

Calcio Champagne

Reading di racconti

In 'Calcio Champagne' tre autori, accompagnati dal chitarrista Paolo Bertolini e la cantante Arianna Festi, leggono tre loro racconti sul calcio.

Giancarlo Narciso, con 'Alla ricerca del calcio perduto' torna al 1982 quando, da Tokyo, si trovò a fare la cronaca di Flamengo-Liverpool per Il Corriere dello Sport.

Carlo Martinelli legge “In carcere, a Marassi”, un racconto che fa parte di una antologia dedicata al Grande Torino, e parla di Guido Tieghi, partigiano e calciatore.

Maurilio Barozzi vola in Argentina per rievocare la vicenda di El Trinche, che a Rosario (la città di Kempes e Messi) è ancor oggi considerato il miglior calciatore di tutti i tempi. Oppure ripercorre la partita Flamengo-Benfica del 1972 quando Fio Maravilha segnò il gol della vittoria e il musicista  Jorge Ben s'incantò, tanto da scrivere la canzone divenuta un successo planetario.

LIBRI